Benedetti Viaggi e CrociereBenedetti Viaggi e Crociere
Forgot password?

Pasqua sul Lago Maggiore – dal 19 al 22 aprile 2019

Pasqua sul Lago Maggiore,

sulle Orme dei Borromeo

dal 19 al 22 aprile 2019

Programma

1° giorno: Angera – Baveno

Ritrovo dei Sigg. Partecipanti in luogo ed ora da convenire. Sistemazione in pullman e partenza in direzione di Milano, con soste in percorso. Nel pomeriggio sosta ad Angera per la visita guidata della Rocca dei Borromeo. La Rocca di Angera è uno dei pochi edifici fortificati medievali integralmente conservato. Abbarbicata su uno sperone di roccia calcarea affacciato sulle sponde del Lago Maggiore, la Rocca ebbe, a partire dal Medioevo, un’importanza strategica sia dal punto di vista militare che da quello commerciale. Tra le sale della Rocca vi è la bellissima Sala di Giustizia che ospita il ciclo di affreschi realizzato nel XII secolo dall’anonimo “Maestro di Angera”, il quale rappresentò vicende legate alla vita dell’arcivescovo Ottone Visconti. La Rocca d’Angera ospita inoltre una meravigliosa collezione di bambole d’epoca, un vero e proprio excursus tra bambole, giocattoli, libri, mobili in miniatura, giochi da tavolo e di società dal Settecento ad oggi. Recente è infine l’allestimento della coloratissima Collezione di Maioliche esposta nella Sala della Mitologia: trecento e più pezzi rarissimi di manifattura olandese, francese, tedesca, italiana, spagnola ma anche persiana e cinese. In serata, sistemazione in albergo Baveno o Stresa, sulle rive del Lago Maggiore. Cena e pernottamento.

2° giorno: Isole Borromee – Villa Taranto

Colazione in albergo. Mattinata dedicata alla visita guidata delle Isole Borromee in battello. Immerse nelle meravigliose e suggestive acque del Lago Maggiore, le Isole Borromee costituiscono un prezioso arcipelago lacustre ricco di flora e fauna. L’Isola Madre e l’Isola Bella, anche dette “le sorelle” sono mete interessanti per gli splendidi palazzi e i giardini, famosi per la cura e la varietà delle loro architetture vegetali, composte da oltre duemila varietà di specie differenti. Nell’Isola Bella – dal nome della moglie di Carlo III Borromeo, Isabella d’Adda – a estasiare i visitatori è Palazzo Borromeo coi saloni e le camere del piano nobile, le grotte, ricoperte di pietre e conchiglie, e il giardino che accoglie una moltitudine di piante esotiche. I saloni, le sale della musica e delle armi, i giardini, i dieci terrazzamenti sovrapposti, (il giardino all’italiana è impreziosito da giochi d’acqua e dalle statue di Carlo Simonetta) sono stati abitati sia da Napoleone Bonaparte (1797) cui è dedicata una sala, che da Mussolini il quale ne fece sede di rappresentanza durante una conferenza internazionale nel 1935. Insieme al palazzo settecentesco e alle preziose porcellane di Casa Borromeo, i giardini dell’Isola Madre offrono ai visitatori un’idea degli antichi fasti del casato. Considerato tra i migliori esempi di arte topiaria al mondo, ospita anche diverse specie di volatili, tra cui singolari pavoni bianchi, fagiani dorati e pappagalli, la prima camelia del lago e l’imponente cipresso del Kashmir. Nel pomeriggio visita del giardino di Villa Taranto a Pallanza,  patrimonio botanico  vastissimo: che comprende circa 1.000 piante non autoctone e circa 20.000 varietà e specie di particolare valenza botanica. Colpisce altresì l’organizzazione: tra le opere più significative possiamo nominare: la “Valletta”, realizzata dopo imponenti lavori di scavo, l’impianto d’irrigazione, la cui acqua viene pompata direttamente dal lago in un capace serbatoio e quindi irradiata in ogni angolo della proprietà, i “Giardini terrazzati”, con le loro cascatelle, piscina, vasche per ninfee e fior di loto, il “Giardino d’inverno” ed il “Giardino palustre”; fontane ornamentali e giochi d’acqua. Cena e pernottamento in albergo.

3° giorno: Lago d’Orta – Arona – Stresa

Buona Pasqua! Pensione completa. Al mattino escursione sul Lago d’Orta. Alle spalle del paese di Orta San Giulio, fin alla sommità dell’omonima penisola, si trova il Sacro Monte di Orta, immerso in un maestoso bosco di alberi plurisecolari. Il progetto di questo percorso sacro dedicato a San Francesco d’Assisi risale alla fine del Cinquecento, in piena epoca di Controriforma. La Chiesa al culmine della collina, dedicata a San Nicola di Mira, o San Nicolao, e San Francesco d’Assisi risalente all’XI secolo, venne rimaneggiata e ristrutturata ispirandosi alla Basilica Inferiore di Assisi, luogo di sepoltura di San Francesco. Il luogo sacro comprende un complesso di 20 cappelle dedicate all’illustrazione della vita di San Francesco d’Assisi, nonché il convento dei cappuccini annesso alla Chiesa; nella Chiesa è conservata anche una pregevole statua lignea raffigurante la Pietà, che nel 1538 fu protagonista di un miracolo e da quel momento divenne oggetto di venerazione. Incantevole poi la cittadina di Orta San Giulio che fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia ed è insignito della bandiera arancione da parte del Touring Club Italiano. Dalla piazza si diramano una serie di viuzze caratteristiche, strette e tortuose, chiuse al traffico e ricche di palazzi signorili in stili diversi, ma anche di negozi e locali. Nel pomeriggio si raggiunge Arona dove ammireremo il Colosso di San Carlo Borromeo, comunemente identificato dai cittadini come il Sancarlone, simbolo della città. Costruita tra il 1614 e il 1697 su progetto di Giovanni Battista Crespi, consiste in un’anima in muratura e tralicci di ferro e legno, ricoperti da lastre di rame, mentre il capo e le mani sono in bronzo. 23,40 metri di altezza sopra gli 11,70 del piedistallo granitico fanno di questa statua una tra le più grosse al mondo. E’ possibile accedere al suo interno attraverso una scalinata che conduce fino alla possente testa, punto di vista d’eccezione da cui si gode di un incantevole panorama. Prima di rientrare in albergo passeggiata sul lungolago di Stresa, elegante e rinomata stazione climatica del lago Maggiore.

4° giorno: Frosinone

Dopo la colazione partenza alla volta di Roma con pranzo in ottimo ristorante nei pressi di Firenze. Nel pomeriggio proseguimento per il rientro in sede previsto per le ore 21,00 circa.

Quota individuale di partecipazione € 690,00

( minimo 30 partecipanti )

La quota comprende:

– il viaggio in pullman riservato gran turismo dotato di ogni confort;

– la sistemazione in albergo di categoria 4 stelle in camere doppie con servizi completi;

– regime di 3 mezze pensioni in albergo, incluse bevande nella misura di ¼ di vino e ½ minerale per persona;

– 2 pranzi in ristorante il 3° e 4° giorno incluse bevande;

– battello per le Isole Borromee ed ingressi per la visita della Rocca di Angera, Isola Bella, Isola Madre e Villa Taranto;

– guida specializzata per la visita della Rocca d’Angera e delle Isole Borromee;

– polizza assistenze sanitarie con centrale operativa in funzione 24 ore su 24;

– tasse e pedaggi autostradali, percentuali alberghiere, tassa di soggiorno e  iva;

– assistenza di un nostro accompagnatore/trice per tutto il Tour.

La quota non comprende: ulteriori ingressi, extra programma in genere e tutto ciò sotto forma di facoltativo.

Supplemento camera singola, salvo disponibilità, € 120,00

Documento richiesto: carta d’identità valida.

Stresa, ITALIA
venerdì, aprile, 19, 2019
4
40
€690,00

Pasqua sul Lago Maggiore

Pasqua sul Lago Maggiore
dal 19 al 22 aprile 2019

€690,00

Sold Out

Exceed Persons