Benedetti Viaggi e CrociereBenedetti Viaggi e Crociere
Forgot password?

Ciociaria, terra di Santi, Imperatori e Artisti – dal 24 agosto al 11 ottobre 2020

Ciociaria, terra di Santi, Imperatori e Artisti

dal 24 al 29 agosto * dal 7 al 12 settembre * dal 6 al 11 ottobre 2020

Programma 6 giorni / 5 notti

1° giorno: Roma – Arpino – Posta Fibreno – Sora – Isola  Liri

Ritrovo dei Partecipanti in luogo ed ora da convenire. Sistemazione in pullman/minibus e partenza alla volta di Arpino. Arpino è sicuramente uno dei più prestigiosi centri della Ciociaria, non solo perchè è stata la patria del grande oratore romano Cicerone e di Caio Mario, ma soprattutto per le numerose testimonianze artistiche di cui è costellata. Sulla parte alta della città – Civitavecchia – Arpino conserva l’antica acropoli volsca nella quale si apre una originale porta d’accesso nota come Arco a Sesto Acuto, che molto si avvicina per stile e bellezza alla porta ogivale dell’antica Troia. Tra strade acciottolate e resti di torri medievali, l’elegante cittadina può vantare numerose chiese ornate dalle belle tele del famoso pittore Cavalier d’Arpino, uno dei massimi rappresentanti della pittura del Seicento. A pochi chilometri da Arpino, il piccolo lago di Posta Fibreno vi attende con le sue acque algide e trasparenti. Venerato dai Volsci come luogo magico, per la presenza dell’isolotto galleggiante che cambia posizione quando i “mazzamurigli” – piccole creature del vento – si divertono a spostarlo, questo bacino è un vero gioiello naturale. Pranzo in ristorante. La nostra passeggiata continua verso Sora, importante centro industriale; breve sosta per la visita della romanica Abbazia di San Domenico e proseguimento per Isola del Liri dove una piccola sosta è d’obbligo, soprattutto se si vuole ammirare la spettacolare cascata proprio nel centro cittadino. In serata sistemazione in albergo a Frosinone/Ferentino, cena e pernottamento.

2° giorno: Atina – San Donato Valcomino – Cassino

Dopo la colazione proseguiamo il nostro viaggio verso il cuore della Val di Comino: Atina. Antica città di origine volsca, fu annoverata da Virgilio tra le cinque città del Lazio alleate di Turno contro Enea. Tra i suoi “gioielli” architettonici, le antichissime mura in opera poligonale del V-IV sec. a.C., il Palazzo Ducale e la settecentesca cattedrale di S. Maria Assunta. Lasciata Atina, ci dirigiamo verso San Donato Val di Comino, il più suggestivo tra i centri del versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo. La parte più antica della città è caratterizzata dalla possente torre quadrata della rocca, unico elemento che ha resistito all’usura del tempo tra i resti delle mura medioevali erette dai conti d’Aquino. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita della celebre Abbazia di Montecassino. Fondata nel 529 da San Benedetto, fu nel medioevo un attivissimo centro di irradiazione culturale. Altissime le testimonianze storiche raccolte a Montecassino: dai primi documenti in lingua volgare ai celebri codici miniati cassinesi. Da non perdere è l’area archeologica con: il teatro, l’anfiteatro, il museo e il Mausoleo di Ummidia Quadratilla  che testimoniano  l’importanza dell’antica colonia romana “Casinum”. Rientro in albergo in serata, cena e pernottamento.

3° giorno: Monte San Giovanni Campano – Veroli – Casamari

Colazione in albergo e partenza per Monte San Giovanni Campano il cui nucleo fortificato, aspro e inaccessibile, è un chiaro esempio del fenomeno dell’ “incastellamento” tipico del periodo di costituzione dello Stato Pontificio. L’attrazione principale è sicuramente il Castello ducale, luogo di prigionìa di S. Tommaso d’Aquino, qui rinchiuso nel 1243 dai suoi familiari per impedirgli di intraprendere la carriera ecclesiastica. Proseguimento per Casamari e visita della splendida Abbazia in stile gotico-cistercense con: la chiesa, il chiostro, l’aula capitolare, il refettorio, e la farmacia dove ancora oggi, come un tempo, vengono prodotti secondo antiche ricette, superbi distillati d’erbe. Pranzo in ristorante Nel pomeriggio visita dell’incantevole centro storico di Veroli, della cattedrale di S. Andrea con il Tesoro e della chiesa di Santa Maria Salome custode della “Scala Santa”. Rientro in albergo in serata, cena e pernottamento.

4° giorno: Anagni – Fumone

Colazione in albergo. Al mattino visita di Anagni, la “Città dei Papi”: è infatti in questa città che, il 22 febbraio 1300, papa Bonifacio VIII promulgò il primo Giubileo. Qui ogni monumento racconta la sua storia: dalla cattedrale romanica – dove fu scomunicato l’imperatore Federico Barbarossa – con la meravigliosa cripta interamente affrescata, alla contrada Castello, dove è ancora possibile visitare il Palazzo di Bonifacio VIII, al Palazzo Comunale con l’originale fuga di arcate che sorreggono la Sala della Ragione. Pranzo in albergo. Trasferimento quindi a Fumone e visita del Castello dove venne imprigionato e morì Papa Celestino V. Rientro in albergo a Ferentino, cena e pernottamento.

5° giorno:  Alatri – Castro dei Volsci

Pensione completa in albergo. Al mattino trasferimento ad Alatri per la visita delle suggestive mura ciclopiche dell’Acropoli con il seicentesco Duomo dedicato a San Paolo costruito sui resti del tempio dedicato al dio Saturno; passeggiando tra le vie medievali del centro storico, meritano una sosta la Chiesa romanico-gotica di Santa Maria Maggiore del XII secolo e l’orologio solare di Palazzo Conti Gentili. Nel pomeriggio trasferimento a Castro dei Volsci, antico borgo arroccato sulla cima di una collina, che conserva intatta la sua struttura medievale con archi, torri e muri in pietra. In una piazzetta ammireremo il monumento alla “Mamma Ciociara”. Vale la pena di visitare il museo archeologico e la villa patrizia romana dai raffinati pavimenti a mosaico, le cui inusitate decorazioni sono uniche nell’Italia centro-meridionale.

6° giorno: Ferentino

Colazione e trasferimento al centro di Ferentino, città di antichissime origini, cinta da mura megalitiche che si snodano lungo quasi tutto il perimetro della città e interrotta da ben 12 porte tra cui la Porta Sanguinaria del IV secolo a.C. Tra i resti dell’antica Acropoli sorge il Duomo romanico dell’XI secolo e a pochi passi da Porta Casamari: la Chiesa di Santa Maria Maggiore. Pranzo in albergo. Al termine, partenza per il rientro a Roma.

Quota individuale di partecipazione € 860,00

La quota comprende:

  • il viaggio in pullman riservato gran turismo;
  • la sistemazione in albergo di cat. 3 stelle superiore, in camere doppie con servizi completi;
  • Regime di pensione completa dal pranzo del 1° giorno al pranzo dell’ultimo giorno, incluse bevande nella misura di ¼ di vino e ½ minerale);
  • Guida/accompagnatrice per tutte le visite in programma
  • Ingressi
  • Whispers
  • tasse e pedaggi autostradali, percentuali alberghiere, I.V.A.;
  • polizza assistenze sanitarie con centrale operativa in funzione 24 ore su 24;
  • Un simpatico omaggio a tutti i partecipanti

La quota non comprende quanto non espressamente previsto alla voce “la quota comprende”.

Documento richiesto: carta d’identità o passaporto.

Possibilità di combinazioni aeree o ferroviarie per raggiungere Roma

o direttamente la Ciociaria

Ciociaria, ITALIA
lunedì, agosto, 24, 2020
6
30
€860,00

Ciociaria, terra di Santi, Imperatori e Artisti

Ciociaria, terra di Santi, Imperatori e Artisti
dal 24 agosto al 11 ottobre 2020

€860,00

Sold Out

Exceed Persons